Perché gli indumenti CleanWaves sono un ottimo aiuto per il benessere?

L’ambiente sempre più tecnologico nel quale viviamo, non è più quello dei nostri nonni. La scienza medica ha fatto passi da gigante, eppure la qualità della vita sta peggiorando su molti fronti, tanto da condizionare pesantemente non solo le nostre aspettative di vita, ma anche la qualità dei nostri giorni.
I tempi della spensieratezza sono lontani. Ciò non è da attribuirsi solo alle difficoltà economiche, alle regole sempre più numerose e spesso incomprensibili alle quali siamo sottoposti e alla progressiva perdita d’equilibrio delle persone con le quali entriamo in relazione.

Esistono forme d’inquinamento invisibili ed estremamente subdole che interferiscono pesantemente con i segnali e con le armonie elettrochimiche del nostro corpo.

Esatto, stiamo parlando né più, né meno, che di elettricità e di chimica, i due messaggeri più importanti per la nostra vita biologica.

Pensare di essere isolati dal resto del mondo è una pia illusione: ogni istante respiriamo, assorbiamo luce e altre radiazioni e, ogni giorno, beviamo e ci cibiamo, oltre che scambiare una quantità enorme di informazioni con il mondo esterno. Così è la vita e, un tempo, era meravigliosa soprattutto perché noi e il resto della natura abbiamo sempre dialogato utilizzando un linguaggio composto da campi elettromagnetici di bassissima intensità.
Sembra così strano che oggi i nostri equilibri chimici possano essere pesantemente compromessi dalla chimica industriale che ci circonda e ci assedia anche e soprattutto dentro casa nostra? Come si può vivere serenamente e in pienezza essendo sottoposti a interferenze talmente frequenti e pesanti da cambiare l’intero ecosistema del quale tutti facciamo parte? Ciascuno di noi è un sistema complesso che funziona basandosi su meccanismi ed equilibri che sono stati plasmati e raffinati dalla natura attraverso i millenni ma, in una trentina d’anni, questi equilibri la tecnologia li ha quasi totalmente sovvertiti, dunque non dovrebbe stupirci se la qualità della vita di tutti è ormai fortemente compromessa.

Oltre alla chimica sconsiderata (che non si vede, ma talvolta si riesce a coglierla con i sensi) c’è una minaccia ancor più terribile che nessuno è in grado di percepire: l’inquinamento elettromagnetico, o elettrosmog.

Siccome questi campi e queste onde non si colgono con i sensi, allora per la gente non esistono, ma ogni giorno ciascuno di noi è sempre più immerso in una ‘zuppa’ di radiazioni e di frequenze artificiali che non solo ci circondano, ma ci entrano dentro andando a compromettere (molto più della semplice chimica) i nostri equilibri interni e, di conseguenza, la nostra salute fisica e psichica.

Dicevamo che la natura dialoga tramite campi elettromagnetici di bassa intensità. Ebbene, quelli generati dal ‘progresso’ sono da migliaia a milioni di volte più potenti; dunque, ripensandoci bene, appare così strano che l’elettronica, la domotica, le telecomunicazioni, la presenza di linee ad alta tensione o il semplice utilizzo di corrente elettrica (quando essa scorre, automaticamente produce campi elettromagnetici) possano mandarci in tilt?

Sembra proprio che i segnali chimici che viaggiano nel nostro corpo siano generati, appunto, da quelli elettromagnetici che le nostre cellule si scambiano migliaia di volte al secondo. Sapendo questo, ragionandoci un momento, si arriva a chiedersi: ‘tutte le onde artificiali che ci circondano (quelle assolutamente invisibili emanate da tv, radio, cellulari, wi-fi e impianti di telecomunicazioni d’ogni genere, nonché dalle installazioni disseminate sul territorio che ci permettono di utilizzarli… ma anche da qualsiasi apparecchiatura elettrica ed elettronica che abbiamo in casa, oltre a quelle situate nelle altre abitazioni che la circondano) funzionano bene per farci navigare in internet, per farci parlare con chi è dall’altra parte del pianeta e magari anche per macinare il caffè… ma al nostro corpo e al nostro umore… cosa fanno?

Ti andrebbe di non essere più costretto/a a sperare che questo mare di frequenze – che di naturale ed equilibrato non hanno assolutamente nulla – non ti faccia a lungo andare davvero male?

L’elettromagnetismo è la forma d’energia che fa da ponte tra il pensiero e la fisicità: se è ‘sballato’, in un organismo complesso l’equilibrio va a farsi benedire su tutti i fronti.

Ecco perché Green Shield produce la linea di vestiario CleanWaves

Una fitta rete composta di metalli atossici crea, all’interno del tessuto speciale che utilizzano, una vera e propria gabbia di Faraday. Il risultato è che nessuna onda elettromagnetica (o quasi… lo vedremo poi) riesce a penetrarla, perciò, indossando gli indumenti CleanWaves, adesso ci si può per lo meno proteggere dalle onde elettromagnetiche emanate dagli apparecchi elettronici che usiamo tutti i giorni e che troppo spesso portiamo a stretto contatto con il nostro corpo.

Da sapere, infatti, c’è questo: la potenza delle onde elettromagnetiche, e di conseguenza i ‘danni’ da queste provocati, sono inversamente proporzionali al quadrato della distanza dalla fonte della radiazione… vale a dire che un cellulare in tasca fa parecchie migliaia di volte più male dello stesso cellulare posto a due metri di distanza.
A dire la verità, il tessuto è studiato per lasciar passare una parte di onde minima e sufficiente a mantenere cellulari e altri dispositivi collegati ai ponti radio: in questo modo si evitano i fastidi legati alla costante ricerca di segnale da parte del terminale e, soprattutto, al mancato funzionamento dello stesso mentre è chiuso nelle aree protette degli indumenti.

Il tessuto utilizzato nella linea CleanWaves è certificato da organismi che godono di altissima credibilità, è adatto a bloccare dal 70 al 99% delle radiazioni elettromagnetiche ed è composto per il 3% di fibra di metalli atossici e per il 97% di poliestere (in realtà, per la linea Premaman ne usano uno più naturale, ma l’effetto non cambia).

Ovviamente, poi, Green Shield ha pensato anche al comfort e al fashion… Al di là della loro utilità e della loro praticità, gli indumenti della linea CleanWaves sono anche belli da vedere e da indossare.

Dai un’occhiata!

Translate »
0
Carrello