Tanta gente dice che il MaGravS Power non funziona. Esistono dei riscontri positivi in tal senso?

Far funzionare il MaGravS Power richiede pazienza. Per costruirselo da soli, poi, ci vogliono dedizione, precisione e (soprattutto per noi italiani) una grande comprensione della lingua inglese: a oggi, 25 febbraio 2016, gli unici materiali disponibili nella nostra lingua sono pubblicati in magravsitalia.com e in alcuni gruppi Facebook nei quali, però, si trova un po’ di tutto.

Nel novembre 2015 il Dr. Keshe ha spiegato al mondo come si costruisce il MaGravS Power e, ogni settimana, impartisce lezioni per aggiornare gli sperimentatori sugli sviluppi che, essendo questa tecnologia realmente appena nata, sono frequenti e importanti.

La maggior parte dei tentativi andati a vuoto risale a PRIMA del novembre 2015, a un’epoca, cioè, in cui solo alcuni scienziati e governi sapevano realmente come l’unità funzionasse o fosse costruita.

Per tenersi veramente al corrente sugli sviluppi della Tecnologia Keshe, perciò, è importantissimo consultare esclusivamente le fonti ufficiali e farlo spesso.

Veniamo alla risposta alla domanda: sì, ora che le prime unità MaGravS Power ufficiali sono state consegnate, anche se siamo veramente all’inizio… i riscontri positivi cominciano a vedersi, come ad esempio questo dalla Cina e questo dall’Italia (per poterlo visualizzare devi essere iscritto/a a Facebook).

In questa newsletter trovi molte utili informazioni sulle possibili cause del mancato funzionamento di un’unità MaGravS Home Power.

Translate »
Carrello
//