tecnologia-keshe-abbondanza-armoniaLa tecnologia Keshe utilizza tutta la sapienza della creazione.
Così come fa anche quella SoftMAG di Green Shield che, da qualche tempo, la replica e sembra destinata a sostituirla sul fronte del trattamento del dolore a basso costo.

In che modo funzionano, queste tecnologie?

In quello più semplice e sicuro: copiando il funzionamento della vita.
L’Uomo, ormai, ha capito che la materia e perfino il pensiero sono fatti di energia. Il Dr. Keshe tale energia la chiama Plasma.

Atomi, esseri viventi, pensieri, tendono a essere unici. Però il Plasma è l’energia primordiale che tutti li genera… dunque avere la possibilità di gestirlo equivale ad acquisire potere su tutte le cose del mondo: materiali e non.

I dispositivi a basso costo basati sulla tecnologia Keshe e su quella SoftMAG (la Keshe Foundation ha messo in cantiere soluzioni complesse e dispendiose, mentre Green Shield ha raccolto, per così dire, ‘il testimone’ della vecchia produzione) non sono elettrodomestici né semplici fasce per il dolore: non li si accende, non li si spegne, sono eterni. Per giunta non hanno neanche bisogno di pile: l’energia che serve la prendono direttamente dall’ambiente insieme alle informazioni universali ‘di guarigione’  che governano gli equilibri dell’universo.

Come fanno a creare armonia e abbondanza?

Il dolore, sia esso fisico o emotivo, è sintomo di uno squilibrio. Se dunque utilizziamo uno strumento che riporta armonia ed equilibrio negli esseri viventi avvalendosi delle proprietà del plasma, che tutto genera e tutto abbraccia, il dolore di tipo fisico si dissolverà e tenderà a farlo anche quello emotivo.
Abbiamo infatti già detto che gli atomi, i pensieri, le stesse emozioni… TUTTI sono fatti di plasma e, se hanno perso vitalità, basta farli dialogare con i campi MaGrav (magneto-gravitazionali) della natura (scoperti dal Dr. Keshe) per ripristinarne l’equilibrio e l’energia: in una parola, il benessere.

Le soluzioni che proponiamo – quelle prodotte sia da Keshe Foundation, sia da Green Shield – non fanno dunque altro (e ti par poco!) che agire da canale per ricondurre armonia in seno al ‘sistema essere vivente’: Uomo, animale o vegetale, non fa alcuna differenza.

Non vi è nulla di complesso o artificioso: la tecnologia Keshe non agisce creando un ulteriore squilibrio allo scopo di utilizzarlo per contrastarne uno già esistente… non è così che funziona! Invece riporta con dolcezza all’essere vivente l’essenza, la saggezza, l’energia che regolano i meccanismi dell’universo in modo che egli torni subito in risonanza con l’armonia che abbraccia tutte le cose. In una parola, gli restituiscono molto velocemente un generale stato di salute.

I dispositivi Keshe e SoftMAG, perciò…
NON SONO ‘LA SOLITA MAGNETOTERAPIA’!

Non abbiamo bisogno di campi magnetici a campo stabile, ad alta o a bassa frequenza e via dicendo. Nulla di così complesso!
La tecnologia Keshe non fa altro che eliminare il superfluo e riconnettere il nostro corpo – se prestiamo attenzione, anche la nostra coscienza – con l’universo.

E’ TUTTO QUI! Ed è anche tutto ciò che ci serve in quanto esseri viventi. Nell’ambiente naturale campi magnetici e gravitazionali si regolano da soli: non hanno bisogno del nostro intervento. Semmai, dei nostri ‘interventi’ vanno a riparare i danni ripristinando il loro equilibrio tutto speciale… e noi proprio alla natura e all’equilibrio ci ricolleghiamo quando utilizziamo i dispositivi Keshe o SoftMAG!

Pensa… il Dr. Keshe sostiene che, se il plasma non riesce a interagire, in breve si dissolve.

Il che equivale a dire:

se un atomo, un pensiero o un’emozione non riesce a interagire, in breve si dissolve!

Per caso ti vengono in mente i famosi esperimenti che dimostrarono come, in assenza di stimoli sensoriali, qualsiasi animale impazzisce e muore nel giro di brevissimo tempo?
Giusto!
Pensa… a convalida di tutto ciò, si è anche scoperto che, impedendo agli atomi d’interagire, essi stessi cominciano a liberare energia al solo scopo di poter continuare a creare legami con ‘qualcosa di diverso da sé’.

Vedi? I princìpi, le necessità, i meccanismi… sono sempre gli stessi!

Un atomo, un uomo, una donna, un qualsiasi essere vivente… tutto funziona allo stesso modo.

Cosa sarebbe dunque la vita… se non un enorme gioco di relazione e di partecipazione?
I nostri stessi corpi sono un esempio perfetto di ciò: dentro di noi il plasma di ciascun atomo svolge il proprio compito coordinandosi con gli altri allo scopo di assicurare il funzionamento dell’organo del quale è parte, e il ‘plasma complessivo’ di ciascun organo si coordina costantemente con quelli di tutti gli altri allo scopo di partecipare in maniera ideale all’avventura dell’essere vivente.

Ma da sapere c’è anche dell’altro…

Nel 1927 il famoso ‘esperimento delle due fessure‘ dimostrò che l’occhio dell’osservatore influenza la realtà.

Il primo pensiero che emerge da questa evidenza scientifica, che di anno in anno si sta facendo strada sempre più marcatamente anche nell’opinione pubblica, è che la volontà e la coscienza contino molto, molto più di quanto comunemente si pensi.
In funzione della gioia di vivere, anche per la scienza comincia dunque a rivelarsi davvero imperativo prendersi cura delle informazioni che prendiamo per buone… ed ecco perché la tecnologia Keshe, o quella SoftMAG, riconducendo armonia nella sfera vitale dell’essere vivente, sono così importanti per migliorare l’umore e la qualità della vita.

Comincia ad apparire ovvio che una volontà ‘armonizzata’ possa vivere più in pace con il mondo e tendere a concretizzare più facilmente i propri obiettivi.

Decisamente niente male! Però l’importanza dell’esperimento delle due fessure si spinge ancora oltre…

Grazie al lavoro del Dr. Keshe oggi sappiamo che la realtà con la quale ‘giochiamo’ ogni giorno, oltre ai tre stati ‘classici’ descritti dalla fisica (solido, liquido, gassoso), esiste anche in altre tre condizioni: nano (materia ridotta in polvere finissima composta da singole molecole o addirittura da singoli atomi), gans (atomi quasi del tutto liberi da legami), plasma (energia allo stato puro).

Solido → Liquido → Gassoso → Nano → Gans → Plasma

ENERGIA LIBERA
(Min → → → Max)

Questi sei stati della realtà interagiscono e si trasformano costantemente l’uno nell’altro e, a dirla proprio tutta, le differenze che cogliamo tra loro riguardano più la nostra mente abituata alle classificazioni che l’effettiva realtà dei fatti: l’unico elemento che li differenzia è proprio la quantità di energia libera disponibile.

Abbiamo già detto perché c’è:

Tutti hanno bisogno d’interagire.

Interessante è anche notare come il pensiero (un’onda, come lo è gran parte della materia… discorso complesso da sviscerare, cerca di fidarti :-D) nella sua componente virtuale non sia affatto estraneo a questa equazione: permanendo esso all’estremità più energetica (destra) della scala appena esposta, è facile intuire come possa andare a influire sulle realtà a minore energia libera (sinistra).

Di fatto è proprio questa energia libera a permettere le trasformazioni e, dunque, i cambiamenti. Riuscire a gestirla con lucidità (emanando pensieri equilibrati che, di norma, si manifestano generando informazioni funzionali) significa perciò detenere il potere sulla propria vita… Un potere che, riassumendo, sappiamo reso possibile da:

  • abbondanza di energia libera;
  • armonia con i princìpi generali della vita;
  • efficacia delle informazioni raccolte, o generate, godendo dei due fattori precedenti.

Ecco perché, prendendoci la briga di percepire come intimamente noi e l’ambiente che ci circonda funzioniamo e interagiamo, possiamo cominciare a renderci conto di quanto ogni separazione sia un’operazione puramente mentale… ed è questo un passo essenziale verso un’esistenza molto più attiva e soddisfacente.
Infatti proprio l’interazione, come abbiamo visto, è la seconda chiave della tecnologia Keshe e di quella SoftMAG: ciascuno di noi è parte attiva della vita e, con essa – che ne sia consapevole o meno –, comunica e interagisce senza posa.

Guarda caso, i dispositivi che esprimono la tecnologia Keshe, o quella SoftMAG, permettono proprio di utilizzare a nostro vantaggio sia, appunto, l’energia libera (il plasma), sia le informazioni (i princìpi dell’universo) che essa veicola.

Senza fare nulla di che!

In questo modo otteniamo due benefici principali che possiamo così riassumere:

  • l’armonia che regola l’universo ritorna a noi e lo fa con molta energia, dilagando e subito iniziando a ristabilire i giusti equilibri sia sul piano fisico, sia su quello emotivo;
  • accedendo a quantitativi d’energia superiori, e osservando noi stessi e l’ambiente, otteniamo una volontà aumentata: per noi diventa più semplice sia relazionarci favorevolmente con gli altri, sia convogliare le nostre energie e i nostri pensieri nelle direzioni che più ci stanno a cuore.

Con la tecnologia Keshe non si leniscono solo i dolori!
Facendo attenzione, osservando e percependo i propri pensieri e stati d’animo, il suo utilizzo spalanca le porte dell’armonia che tutto cura e lenisce
.

Non ti resta che diventare subito un felice utilizzatore della tecnologia Keshe!